Studio Ronzulli

Prenota la tua visita : 080 565 3818

Torna indietro

"La nuova Implantologia"

Rispetto alle pratiche implantologiche dentali tradizionali, invasività, tempi e costi sono oggi, ampiamente ridotti. Grazie ai protocolli della Nuova Implantologia, mininvasiva e computer-guidata, il dottor Francesco Ronzulli ha avviato una nuova procedura di ripristino completo o parziale della bocca «senza tagli sulla gengiva, senza punti di sutura, senza dolore o sanguinamento e con rapida ripresa»

La mancanza di denti o l'utilizzo di una dentiera instabile e antiestetica è un problema oggi risolvibile in maniera semplice con l'Implantologia.
Cioè la sostituzione dei denti mancanti con l'impianto di radici artificiali all'interno dell'osso delle mascelle. Detta così sembra una metodica che può spaventare e ,a volte, il paziente preferisce scartare l'implantologia e optare per sistemi più semplici, seppure meno moderni e non indicati per risolvere il proprio problema dentale.
Ma da oggi non è più così. La Nuova Implantologia permette di risolvere la maggior parte dei casi in maniera minimamente invasiva, senza tagli sulla gengiva, senza punti di sutura, senza dolore, senza sanguinamento e con tempi di ripresa enormemente inferiori rispetto al passato.
Ce ne parla il dott. RONZULLI FRANCESCO, affermato Medico Odontoiatra di Bari che finalmente, in seguito a numerosi studi e ad infinite esperienze sul campo, è riuscito ad organizzare nei suoi studi di Bari-Carbonara e di Ruvo di Puglia una nuova procedura di ripristino completo o parziale della bocca tramite l'Implantologia Mini-invasiva e l'Implantologia Computer-guidata.
In questo modo qualsiasi problema riguardante la riabilitazione protesica di una bocca viene affrontata tenendo presente non solo il risultato, ma anche il percorso attraverso il quale questo risultato sarà ottenuto: cioè con la minor sofferenza e nel minor tempo possibile e perché no, anche spendendo meno che con le tecniche tradizionali.

Come è possibile ottenere questi risultati?

Alla base di tutto c'è certamente la grande esperienza di chi da 15 anni si occupa di implantologia e di riabilitazioni protesiche dentali di casi semplici e complessi , senza trascurare l'utilizzo di attrezzature e materiali modernissimi e la presenza di uno Staff di collaboratori di primordine.
Dal momento in cui il paziente arriva in studio si individuano i suoi problemi odontoiatrici, le sue aspettative,le sue paure e si comincia insieme un percorso che alla fine porterà al successo della terapia. Inizialmente bisogna affrontare la paura che ogni paziente porta con sé nei confronti del dentista e nei confronti dell' Implantologia, vista come qualcosa di invasivo, cruento, costoso e con la gravosa eredità del cosiddetto "rigetto". Proprio la paura del rigetto dell' impianto è quella che allontana maggiormente parecchi potenziali pazienti implantologici. In realtà la possibilità di questo evento è ormai ridotta al 2-3% degli impianti inseriti, e generalmente ciò avviene prima che il lavoro sia completato,per cui vi si può porre rimedio riposizionando l'impianto perduto o cambiando in corso d'opera il progetto protesico, senza problemi ne fisici ne economici per il paziente. Bisogna inoltre anche rassicurare una grossa fetta di potenziali pazienti affetti da alcune malattie come il diabete, ipertensione e malattie cardiache, malattie virali croniche, osteoporosi, e comunque tutti i pazienti anziani. Perché la nuova implantologia è anche per loro,anzi (aggiunge il dottor Ronzulli) l'implantologia in realtà è nata per loro. Infatti è molto probabile che i giovani, sani e forti, abbiano tutti o quasi tutti i denti, per cui solo occasionalmente diventano pazienti implantologici.Al contrario sono gli anziani che nel tempo, per carie o malattie delle gengive hanno perso tutti o quasi tutti i denti e, per mangiare hanno bisogno esclusivo degli impianti per riavere una dentatura fissa o almeno un appoggio migliore per la dentiera mobile. Infatti spesso negli studi del dottor Ronzulli incontriamo pazienti provenienti da tutta la regione che per vari motivi sono stati scoraggiati dai propri dentisti ad affrontare una terapia implantologica; chi per l'età, chi per malattie, chi per fantomatiche carenze di osso. Ma saranno proprio questi i migliori pazienti implantologici che, sottoposti ai moderni protocolli, presto torneranno a sorridere. Lo stesso vale per pazienti che hanno superato e vinto tumori maligni che, dopo tre anni dalla chemioterapia, possono tranquillamente affrontare un intervento di implantologia alla pari di qualsiasi altra persona, perché la Nuova Implantologia per la sua scarsa invasività, non discrimina nessuno se non per motivi gravi e reali scientificamente accertati, di fronte ai quali si devono scegliere strade alternative.

In cosa consiste l'Implantologia Mini-invasiva?

L'Implantologia Mini-invasiva consiste nel posizionare l'impianto nell'osso attraverso la gengiva senza inciderla con un taglio o uno scollamento, ma soltanto attraversandola con delle frese dello stesso diametro dell'impianto provocando così un minimo trauma sia per l'osso sottostante che per la gengiva stessa. Questa procedura comporta assenza di dolore durante e dopo l'intervento, minore gonfiore post-operatorio e tempi di guarigione dimezzati rispetto al passato. In alcuni casi particolari, gli impianti appena posizionati possono già servire da pilastro di sostegno per protesi provvisorie fisse o mobili ottenendo il cosiddetto "carico immediato", tramite il quale il paziente in un paio d'ore ottiene estetica e funzione dentale come se non avesse mai perso i propri naturali. Nei casi più gravi e complessi la metodica della Nuova Implantologia applicata negli studi del dottor Ronzulli, prevede l'utilizzo di tecniche chirurgiche computer-guidate in cui l'Implantologia Miniinvasiva è portata ai massimi livelli della tecnologia medica oggi conosciuta in campo internazionale.

L'Implantologia permette di sostituire un dente mancante inserendo una radice artificiale nell'osso.
L'Implantologia Mini-Invasiva permette la sostituzione del dente mancante senza tagli e punti di sutura.

Che cos'è l'Implantologia computer-guidata?
Questa metodica è fondata sullo studio preliminare del caso attraverso una TAC DENTAL-SCAN delle mascelle del paziente che viene elaborata da un sofisticato programma denominato Micerium Implant Positionig Sistem (MIPS). Con questo software si ottiene una elaborazione tridimensionale delle ossa del paziente che permette all'operatore di predeterminare virtualmente tutte le fasi dell'intervento implantologico, dal progetto del caso fino alla esecuzione finale con il posizionamento della protesi. In questo modo l'operatore vede e prevede ogni minimo particolare dell' intervento, prevenendo la possibilità di errori nella posizione degli impianti e quindi nella costruzione della protesi finale, giusto coronamento di tutti gli sforzi messi in campo.Tutto questo comporta per l'operatore semplicità di esecuzione, completo controllo di ogni fase, precisione e quindi maggior predicibilità dei risultati.
Per il paziente questo significa subire una Implantologia rapida, sicura, precisa, indolore,con un immediato ritorno ad una normale vita di relazione dopo poche ore dall'intervento.

Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3
Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3

L'Implantologia Computer-guidata permette la soluzione di casi complessi, con la tecnica Mini-Invasiva, senza rischi e in tempi rapidi, permettendo di tornare alla normale vita di relazione dopo poche ore. Decine di casi come quelli in queste foto sono stati effettuati dal dottor Ronzulli a Bari e Ruvo Di Puglia. www.studioronzulli.it

Il suo staff deve essere particolarmente preparato per seguirla durante i suoi interventi, da chi è composto?
Naturalmente il mio staff è composto da tecnici ed assistenti alla poltrona altamente specializzati ed affiatati. Inoltre mi avvalgo della collaborazione della dottoressa Maria Di Franco, implantologa, titolare dello studio in Ruvo di Puglia, anche specializzata in Ortodonzia: scienza che studia la posizione dei denti. Con la sua consulenza prepariamo al meglio le arcate dentarie a ricevere gli impianti. Per esempio, spostare alcuni denti può essere necessario per creare spazio quando in pazienti giovani i denti non si sono formati per motivi congeniti o ereditari, e devono essere rimpiazzati da impianti; oppure quando i denti sono stati estratti da molto tempo e lo spazio si è in parte richiuso.

Dopo che gli impianti sono stati posizionati, come si finalizza il lavoro?
Gli impianti possono essere subito utilizzati per sostenere una protesi fissa o mobile provvisoria, oppure lasciati senza carico, semplicemente immersi nella gengiva, per un massimo di 2-3 mesi, entro i quali si ha la quasi totale sicurezza della integrazione ossea.
La protesi può essere fissa, costituita da capsule di ceramica cementate direttamente sugli impianti, oppure può essere mobile, ancorata ad un numero di impianti inferiori rispetto a quella fissa, a costi anche decisamente più bassi.
Con le nuove procedure oggi adottate, il lavoro risulta più celere, con appuntamenti più ravvicinati e con costi di gestione inferiori, che incidono in maniera meno pesante sulle tasche dei pazienti con un risparmio del 20% rispetto alla media. In questo modo si tenta anche di arginare l'esodo di pazienti che ricercano questo tipo di interventi nell' Est Europeo, abbagliati dal risparmio, senza considerare la qualità, l'igiene, la garanzia sui lavori effettuati, che solo in Italia può essere garantita dalle leggi Italiane.

Una persona interessata alla Nuova Implantologia in Puglia, che voglia saperne di più, come può fare?
Naturalmente chi è interessato e ha bisogno di una consulenza per applicare le nuove metodiche implantologiche o di Ortodonzia può rivolgersi presso i nostri studi di Bari-Carbonara e di Ruvo di Puglia, dove sarà accolto da me e dal mio Staff come si accoglie un amico di famiglia, consigliandogli sempre la terapia migliore e cercando di ottenere il massimo al minimo costo possibile.
Per chi è impossibilitato a raggiungere di persona gli studi, può informarsi sul mio lavoro attraverso i nostri siti web www.studioronzulli.it e www.studiodentisticodifranco.it, dove troverà tutte le informazioni. Inoltre potrei anche essere contattato dai dentisti di quei pazienti interessati alle mie tecniche, in modo da poter eventualmente portare la mia consulenza direttamente nei loro studi, cosa che già faccio in numerosi paesi di Puglia e Basilicata.

Torna indietro