Studio Ronzulli

Prenota la tua visita : 080 565 3818

Consigli del dentista > La salute dei denti

Salute orale in famiglia

Una corretta igiene orale e dentale può aiutare a prevenire alitosi, carie e malattie gengivali, e può aiutarti a conservare i denti con l'avanzare degli anni. La salute della bocca può avere inoltre un impatto sullo stato di salute generale.

Prenditi cura di denti e gengive. In questa sezione troverai informazioni e consigli utili su come spazzolare correttamente i denti, su quali prodotti utilizzare tutti i giorni; imparerai quali abitudini vanno limitate o abbandonate, perché dannose e quali gesti compiere, invece, su base quotidiana per assicurarti una migliore igiene orale.

Otto fasi per la salute dei denti: lo spazzolino non basta

Oltre a cambiare regolarmente lo spazzolino almeno ogni 3 mesi, ci sono altri gesti che dovresti compiere per conservare al meglio i denti per tutta la vita. Si dice che i denti cadono quando si invecchia, ma questo non deve necessariamente succedere.

  1. capire le proprie esigenze in campo di salute orale
  2. impegnarsi a compiere gesti quotidiani d'igiene orale
  3. usare prodotti a base di fluoro
  4. usare spazzolino e filo interdentale per rimuovere la placca
  5. limitare i fuoripasto, specialmente quelli con un alto tasso di zuccheri semplici, e seguire una dieta equilibrata
  6. se fai uso di tabacco in qualsiasi forma, smetti
  7. controllati la bocca periodicamente
  8. vai dal dentista con regolarità

Come usare lo spazzolino

  1. Posizionare lo spazzolino lungo la gengiva esterna. Oscillare delicatamente avanti e indietro. Ripetere l'operazione per ciascun dente
  2. Spazzolare la superficie interna di ogni dente, usando la tecnica dell'oscillazione descritta nella fase 1
  3. Spazzolare la superficie masticatoria di ciascun dente
  4. Usare la punta dello spazzolino per pulire dietro ogni dente frontale, sia l'alto che il basso
  5. Non dimenticare di spazzolare la lingua!

Quanto tempo impieghi a lavarti i denti?

La maggior parte dei bambini impiega meno di un minuto per lavarsi i denti. I professionisti dell'igiene orale raccomandano di spazzolarsi i denti almeno dai due ai tre minuti. Può essere utile provare a mettere un timer nel bagno o dare a tuo figlio uno spazzolino con timer incorporato. In questo modo, il bambino sa per quanto tempo deve lavarsi i denti. Oppure gli puoi dire di lavarsi i denti per il tempo di una canzone, che in genere dura dai due ai tre minuti.

È importante soprattutto che tuo figlio si lavi i denti prima di andare a letto la sera. Le 8/10 ore di sonno di tuo figlio concedono molto tempo ai batteri per fare un festino con i frammenti di cibo rimasti fra i denti e producono acidi che attaccano lo smalto. La salivazione, inoltre, è più bassa di notte perché ci sono meno probabilità di dover eliminare del cibo dai denti.

Dentisti e igienisti raccomandano di cambiare lo spazzolino regolarmente, almeno ogni 3 mesi.

Prevenire la carie della prima infanzia (detta anche 'carie da biberon')

La carie della prima infanzia è una patologia che può essere prevenuta con qualche accorgimento. Per esempio:

Non mettere a letto tuo figlio con il biberon. Se proprio devi farlo, che sia un biberon di acqua liscia. Qualsiasi bevanda eccetto l'acqua, perfino il latte e il succo di frutta, può provocare la carie.Puoi dare un biberon di latte a tuo figlio per allattarlo a intervalli regolari, ma fare in modo che il biberon diventi un ciuccio può essere una causa importante di carie.Tieni in braccio tuo figlio mentre lo allatti. Se si addormenta, togli il biberon e mettilo a letto.

Evita di lasciar camminare tuo figlio con un biberon in mano.

Spazzolare e passare il filo interdentale fra i denti di tuo figlio

La tecnica per spazzolare i denti di tuo figlio è la stessa a prescindere che lui se li lavi da solo oppure che sia tu a farlo per lui. Se tuo figlio è troppo piccolo per farlo da solo, forse è più facile cullarlo con un braccio e tenere libera l'altra mano per lavargli i denti.

Consigli per spazzolare i denti di tuo figlio

Posiziona lo spazzolino lungo i denti. Le setole devono formare un angolo di 45 gradi rispetto al margine gengivaleMuovi delicatamente lo spazzolino con un piccolo movimento circolare, pulendo un solo dente alla volta. Usa un metodo per essere sicuro di non dimenticare nessun dente. Ad esempio, potresti cominciare dall'ultimo dente posteriore dell'arcata inferiore andando a finire su quelli anteriori, e poi ripetere l'operazione dal lato opposto della bocca prima di passare all'arcata superioreSpazzola le superfici di masticazione, assicurandoti che le setole penetrino nel solchi e nelle fessure. Pulisci il lato del dente che sta di fronte alla lingua compiendo lo stesso movimento circolare. Ricordati di spazzolare anche la parte interna dell'arcata superioreSpazzola la lingua di tuo figlio delicatamente per rimuovere i batteri e avere un alito frescoChiedi a tuo figlio di sciacquarsi la bocca con acqua

La maggior parte dei bambini non si pulisce i molari e il lato interno dei denti inferiori. Ti raccomandiamo un'attenzione particolare per queste zone.

La saliva: un utile strumento diagnostico

Il tuo medico può prelevare e analizzare la saliva per individuare varie sostanze. Ad esempio, il livelli di cortisone nella saliva sono usati per valutare la risposta allo stress nei neonati. E i frammenti di talune proteine ossee possono essere utili per monitorare la perdita ossea in donne e uomini soggetti a osteoporosi. Anche alcuni marker tumorali sono individuabili nella saliva.

Dei test salivari di routine possono altresì misurare droghe illecite, tossine ambientali, ormoni e anticorpi che indicano fra l'altro anche l'epatite o l'infezione HIV. In effetti, la capacità di individuare anticorpi specifici HIV ha portato alla produzione di kit commerciali di test della saliva facili da usare. In futuro, i test della saliva potranno sostituire le analisi del sangue come mezzo di diagnosi e monitoraggio di malattie quali il diabete, il morbo di Parkinson, la cirrosi e molte malattie infettive.

La protezione contro invasori nocivi: in che modo la saliva disarma batteri e virus

La saliva è anche una delle principali difese del tuo corpo contro gli organismi che provocano le malattie, come i batteri e i virus. La saliva contiene infatti:

Anticorpi che attaccano gli agenti patogeni virali, come il comune raffreddore e l'HIVProteine chiamate istatine, che inibiscono la crescita di un fungo che appare naturalmente, la Candida albicans. Quando tali proteine sono indebolite dall'infezione HIV o da altre malattie, la candida può moltiplicarsi in modo incontrollato e sfociare in un'infezione fungina chiamata mughettoEnzimi che distruggono i batteri in vari modi, disgregando le membrane dei batteri, inibendo la crescita e il metabolismo di alcuni batteri e interrompendo i sistemi enzimatici vitali dei batteri

La bocca come fonte di infezione

Se non ti lavi i denti regolarmente con spazzolino e filo interdentale, la placca si può accumulare lungo il margine gengivale creando un ambiente ideale per la formazione di infezioni di diversa gravità:

  1. Gengivite
  2. Parodontite (un'infezione gengivale più grave)
  3. ANUG o gengivite ulcerosa acuta necrotizzante (è la più grave forma di infezione gengivale)

I batteri della bocca generalmente non entrano nella circolazione sanguigna. Eppure delle cure dentistiche invasive e talvolta perfino la pulizia quotidiana con spazzolino e filo interdentale, se hai malattie gengivali, possono essere la porta d'ingresso per questi microbi. I farmaci e le cure che riducono la salivazione e gli antibiotici che alterano il corretto equilibrio di batteri nella bocca possono anche compromettere le normali difese orali, permettendo a questi batteri di entrare nel flusso sanguigno.

Se hai un sistema immunitario sano, la presenza di batteri orali nel sangue non provoca alcun problema. Il sistema immunitario reagisce immediatamente prevenendo l'infezione.

Se il tuo sistema immunitario è indebolito, per esempio a causa di una malattia o di una terapia antitumorale, i batteri orali presenti nel sangue (batteriemia) possono provocare un'infezione in un'altra parte del corpo.

Il problema con la placca batterica: il legame con infezioni e malattie

Nonostante la saliva aiuti a proteggerci da alcuni invasori, non ci può sempre riuscire. Oltre 500 specie di batteri si moltiplicano nella bocca in qualsiasi momento. Questi batteri formano costantemente la placca batterica, una pellicola collosa e incolore che si attacca ai denti e provoca problemi di salute.

Il fluoro: la migliore difesa della tua famiglia

Il fluoro è il peggior nemico della carie e non puoi trovare alleato migliore se vuoi che la tua famiglia mantenga sorrisi smaglianti tutta la vita! Aiuta tutta la famiglia a conservare denti forti a prescindere dall'età!

Come funziona il fluoro

Ogni giorno lo smalto dei denti subisce l'attacco degli acidi prodotti dalla placca dentale. Questi acidi possono indebolire i denti e provocare la carie. Ed è qui che entra in azione il fluoro il quale, quando tocca i denti, è assorbito dallo smalto. Il fluoro aiuta a riparare lo smalto e previene la carie. Può perfino contribuire a interrompere il processo carioso.

Dove trovare il fluoro

Puoi trarre vantaggio dal fluoro in svariati modi. Esso può agire dall'esterno dei denti e dall'interno del corpo. Affinché possa essere il più efficace possibile, occorre usarlo in entrambi i modi! A casa tu e la tua famiglia dovreste lavarvi i denti con spazzolino e dentifricio al fluoro almeno due volte al giorno, specialmente dopo aver fatto colazione e prima di andare a letto.

Il filo interdentale

  1. Estrarre dai 30 ai 45 cm di filo interdentale dal dispenser e arrotolarne le estremità intorno al dito medio di entrambi le mani
  2. Tenere stretto il filo contro ogni dente
  3. Allontanare il filo dal dente, strofinandolo leggermente in su e in giù contro la parete del dente