Studio Ronzulli

Prenota la tua visita : 080 565 3818

Consigli del dentista > La placca

La placca è una pellicola collosa e incolore di batteri e zuccheri che si forma continuamente sui nostri denti. È la causa principale di carie e malattie gengivali, e si può indurire se non si rimuove il tartaro quotidianamente.

Tutti noi sviluppiamo la placca perché i batteri sono in costante formazione nella nostra bocca. Tali batteri crescono nutrendosi di sostanze che si trovano nel cibo e nella saliva. La placca causa carie quando gli acidi della placca attaccano i denti dopo mangiato. Con il ripetersi di attacchi acidi, lo smalto dei denti si può indebolire determinando la formazione della carie. La placca che non è rimossa può altresì irritare le gengive intorno ai denti provocando gengiviti (gengive arrossate, gonfie e che sanguinano), malattie parodontali e la perdita di denti.

La reazione della placca

Tutti abbiamo la placca batterica in bocca. Ma quando questa placca batterica incontra gli zuccheri e gli amidi contenuti in snack come biscotti, caramelle, frutta secca, bibite o anche salatini o patatine, la placca reagisce creando acidi, e avviene così un "attacco della placca".

La maggior parte dei cibi che si assumono fuori pasto contiene zucchero o amido che scatenano la formazione di acidi da parte della placca. E ogni "attacco della placca" può durare fino a 20 minuti dopo che si è finito il fuoripasto. Durante questo periodo, gli acidi della placca hanno potuto attaccare lo smalto dei denti, indebolendolo.

È qui che cominciano le carie!

Come combattere e prevenire la placca

È facile prevenire la formazione della placca, basta una corretta igiene. Si raccomanda di:

  • Spazzolarsi i denti meticolosamente almeno due volte al giorno
  • Usare il filo interdentale ogni giorno per rimuovere la placca nello spazio fra un dente e l'altro e sotto il margine gengivale, laddove lo spazzolino difficilmente arriva
  • Limitare l'assunzione di cibi ricchi di zucchero e amido, specialmente gli snack
  • Recarsi con regolarità dal dentista per la pulizia dei denti e il controllo
  • Durante la pulizia, la placca e il tartaro sono rimossi dalla corona e dalla radice del dente.
  • La buona notizia è che possiamo resistere alla placca!
  • Spazzola due volte al giorno i denti con un dentifricio al fluoro
  • Riduci il numero di spuntini fuoripasto ogni giorno
  • Riguardo agli spuntini fuoripasto, è meglio scegliere qualcosa di nutriente e mangiare con moderazione
  • È meglio mangiare tutto lo snack in una volta! Mangiare cinque pezzi di snack in una sola volta espone i denti a una possibile carie per circa 20 minuti. Mangiucchiare gli stessi cinque pezzetti in cinque volte diverse espone i denti al rischio di carie per circa 100 minuti. Una bella differenza!

Attenzione anche alle caramelle per i bimbi più piccoli!

I bambini piccoli sono altrettanto esposti alle carie come i bambini più grandi e gli adulti. In effetti, la carie della prima infanzia può essere molto seria. Vedi la sezione sotto "Prevenire la carie della prima infanzia" per maggiori informazioni.

Le fonti di fluoro che operano esternamente ai denti:

  • Dentifricio al fluoro
  • Colluttorio al fluoro
  • Gel al fluoro

Le fonti di fluoro che operano dall'interno del corpo:

  • Acqua potabile fluorata
  • Gocce o pasticche di fluoro

La placca come causa di patologie comuni

Un'infezione gengivale di lunga durata può concludersi con la perdita dei denti. Ma le conseguenze potrebbero non limitarsi a questo. Le ultime ricerche indicano che vi potrebbe essere un collegamento fra infezioni orali, soprattutto quelle gengivali, e diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e nascite premature. Occorre effettuare ricerche più approfondite per determinare se le infezioni orali possono effettivamente provocare queste patologie, che comprendono:

  • Diabete di tipo 2. Se hai il diabete, presenti un rischio maggiore di contrarre malattie gengivali. Ma la malattia cronica gengivale può anche impedire di tenere sotto controllo il diabete. L'infezione può provocare infatti una resistenza all'insulina, che interrompe l'abbassamento di zucchero nel sangue.
  • Malattie cardiovascolari. L'infiammazione orale dovuta ai batteri (gengivite) può essere determinante nelle arterie ostruite e nei coaguli di sangue. I batteri della bocca possono provocare un'infiammazione in tutto il corpo, ivi comprese le arterie. Tale infiammazione può dare avvio alla prolificazione di placche aterosclerotiche nelle arterie, aumentando il rischio di infarto o ictus.
    Alcune ricerche indicano che le persone con infezioni gengivali presentano un rischio maggiore di essere colpite da infarto o ictus. Più grave è l'infezione, maggiore è il rischio. Inoltre le malattie gengivali e la perdita di denti possono contribuire alle placche nell'arteria carotide. In uno studio, il 46% dei partecipanti che ha perso fino a nove denti presenta placche carotidee; di coloro che hanno perso oltre 10 denti, il 60% presenta tali placche.

Un'impellente necessità di buone abitudini

Se finora non avevi delle buone ragioni per prenderti cura di bocca, denti e gengive, adesso la correlanza fra salute orale e stato di salute generale te ne fornisce altre. Pratica una corretta igiene orale ogni giorno: è un investimento sulla tua salute generale non solo per oggi, ma anche per il domani.